Gasthaus Gsteier con terrazza piena di tavoli

Maso Gsteier, un paradiso in mezzo alle montagne

 

Grazie per la vostra visita. Saremo di nuovo aperti per voi alla fine di marzo 2024 - non vediamo l'ora di rivedervi!

Ospiti in terrazza con i tavoli
Donna con anziano signore alla locanda Gsteier

Maso Gsteier

"Gsteier" – questo è il nome del nostro piccolo albergo di montagna. Pecore che pascolano sul prato, galline che razzolano nel cortile, la fontana gorgoglia, la ruota del mulino gira, l'orto è rigoglioso e generoso e il sole d'estate splende fino alle nove e mezza di sera nell'aria cristallina. Quello che arriva in tavola è di propria produzione: uova, pietanze d'agnello, Speck, insalate… Un posto magnifico per la colazione in montagna, per una merenda, un'allegra serata al rifugio. E un paradiso per i bambini! Mozzafiato la sua posizione sulla selvaggia gola della Val di Nova, e mozzafiato la veduta e il panorama.

Nell'autunno del 2001 abbiamo acquistato lo "Gsteier", maso di montagna a 1380 m di altezza, attrezzato per la ristorazione. Il nostro desiderio è quello di continuare a gestirlo come maso e come ristorante, insieme all'ampio orto, tante pecore, galline e maiali. Perchè anche i nostri piccoli ospiti possono divertirsi, c'è un parco giochi. Per i "grandi" c'è la fantastica opportunità di passare piacevoli serate alpestri, di fare un'energica colazione in montagna, dopo l'escursione per ammirare l'alba, o per una gustosa merenda.

Colazione con vista panoramica

Tutte le domeniche d'estate vengono servite deliziose specialità altoatesine per la prima colazione al Gsteier – naturalmente con una fantastica vista panoramica!

Specialità regionali, servite a 1.380 m di altitudine in mezzo a un paesaggio di rigogliose montagne con straordinaria vista panoramica: ed è con queste piccolezze con cui il maso Gsteier a Scena attirà famiglie, escursionisti, appassionati di sport e intenditori. Tutte le domeniche dalle 9 alle 12 vengono servite prelibatezze come a.d. il prosciutto d'agnello speziato di propria produzione, il formaggio del caseificio Boarbichl, le uova delle galline felici, i succhi e le marmellate fatte in casa, così come i dolci appena sfornati.

Ulteriori informazioni e prenotazioni presso l'Hotel Hohenwart, Tel. 0473 944400. Su richiesta a pagamento offriamo anche un servizio navetta.

Terrazza con tavoli della Gasthaus Gsteier
Prato fiorito con vista sulla terrazza

L’albergo Gsteier è legato a un’antica storia

Il maso chiuso di oggi era costituito di due case separate, chiamati "Gsteier di sopra" e "Gsteier di sotto". Solo dopo il maso di sopra era chiamato "Außergsteirer" e il maso di sotto "Hintergsteirer".

Dal 1910/11 la cooperativa "Naifbach" di Maies era proprietaria dei due masi ed era lei a unirli. Per la coltivazione hanno dato il maso in affitto alla famiglia Walzl. Oltre alla coltivazione sul maso la famiglia Walzl dirigeva un'osteria.

I buoi e i cavalli aiutavano a trasportare la legna, perché non esistevano funivie e strade per salire al maso. Dopo la Seconda Guerra Mondiale hanno costruito una funivia da Naiftal. Solo negli anni 1970 un sentiero da St. Georgen portava finalmente su al maso.

Nel 1980 la cooperativa Naifbach ha dato il maso alla Giunta Provinciale. Nel 1997 l'affittuario Johann Walzl è morto in un incidente con il trattore. In conseguenza di ciò la famiglia non voleva più continuare a gestire il maso e a questo punto la Giunta Provinciale ha deciso di metterlo a concorso per la vendita.

Il 5 Febbraio 2002 la famiglia Mair del Hotel Hohenwart di Scena ha comprato il maso. La superficie agraria di 6,5 ettari viene coltivata con verdure per il fabbisogno della trattoria e dell'albergo. Inoltre hanno un allevamento di pecore.

A Marzo 2010 hanno iniziato a costruire la nuova funivia per Merano 2000. Di conseguenza è più facile raggiungere il maso Gsteier.

La locanda dall'interno
La locanda Gsteier da lontano

Cose notevoli intorno allo Gsteier

Cappella di S. Giovanni di Nepomuk
Johannes (Giovanni) Wölfl nacque a Pomuk in Boemia nel 1350. Nel 1380 fu consacrato prete e diventò parrocco della chiesa Gallus a Praga. Fu nominato vicario generale dell'arci-vescovo di Praga nel 1389. Dopo continui litigi tra il Ré e il vescovo, Johannes venne imprigionato e torturato dal Ré Wenzel il 20 Marzo 1393. La leggenda dice che Johannes fu nominato confessore della regina. Siccome lui non voleva infrangere il segreto confessionale, il Ré lo condannò a morte annegandolo nella Moldava. Johannes fu seppellito nel cimitero a Praga. Patrono: Johannes von Nepomuk è patrono della Boemia, dei confessori, preti, battellieri, mugnai.

Mulino
Il primo mulino Gsteirer venne costruito alla traversata Naifbach. Il 20 Agosto 1902 fu però demolito. In seguito a ciò il contadino dello Gsteirer e il contadino del Leiter costruivano uno stagno e un mulino nuovo. A causa di un'inondazione il mulino venne di nuovo distrutto. Nel 1946 costruirono un nuovo mulino vicino al maso Gsteirer. Per la coltivazione del grano il mulino veniva messo in moto con un motore diesel (fino agli anni '50). Nel 2002 il signor Mair senior ha rinnovato il mulino e cambiato il motore diesel con una ruota idraulica. Il mulino è ancora oggi in funzione.

Museo contadino
Nel vecchio granaio si possono trovare diversi attrezzi, come per esempio le ciaspole, un giogo del bue, un motore elettrico, le centrifughe, la trebbiatrice, una padella per castagne etc. sono stati collezionati con passione dal signor Mair senior. Il museo è sempre aperto al pubblico.

Vecchi attrezzi di legno nel capanno
Donna in piedi al cartello

Tanta passione e tanta attenzione

Balsamic0 su tripadvisor.it

Phone
Telefono
Anreise
Arrivo
Anfrage
Richiesta
Buchen
Prenotazione
Il Suo browser non è supportato.

Scarica ora gratuitamente uno dei seguenti browser aggiornati ed efficienti: